Venerdì 29 Novembre il Barroccio presenta INTERSTELLAR FREE JAZZ.

Venerdì 29  Novembre alle 22:00

il Barroccio presenta INTERSTELLAR FREE JAZZ

con Roberto Gagliardi, ai sassofoni, al clarinetto basso, all’armonium e altri sonagli, Mauro Tre, al pianoforte e alle tastiere elettroniche, Marco Girardo, e ai computer, con l’apporto del drumming raffinato di Marco Girardo.

Lecce, V.le dell’Università

Descrizione:

Il 2019 è stato il 50° dallo sbarco dell’uomo sulla luna. Del sogno dell’uomo di conquistare lo spazio, di scoprire nuovi mondi, di immaginare con curiosità nuove frontiere, è rimasto poco. Schiacciati dalle crisi economiche e da un senso rassegnato della storia non riusciamo piu’ a sintonizzarci con quell’afflato che mezzo secolo fa coinvolgeva e produceva slanci capaci, guardando oltre l’uomo, di farci immaginare anche altri suoni e altre atmosfere. Dell’immaginario surreale di Sun Ra è rimasto il senso di tenerezza che l’ingenuo abbigliarsi dei musicisti sul palco suscita in chi vede le immagini di repertorio. Del senso anche tragico delle cosmiche aperture di John Coltrane restano solo vaghi echi. Il nostro mondo è tornato seriosamente a guardarsi l’ombelico, il capo chino su terminali di rete isolati e isolanti.

Roberto Gagliardi, ai sassofoni, al clarinetto basso, all’armonium e altri sonagli, e Mauro Tre, al pianoforte e alle tastiere elettroniche, e ai computer, con l’apporto del drumming raffinato di Marco Girardo, portano sul palco il tentativo di recuperare quelle atmosfere attraversando le forme e le memorie dell’improvvisazione free jazz.

Tutto questo produce un concerto e uno spazio sonoro imprevedibile e sempre mutevole, in un viaggio oltre l’ultima frontiera, come fossimo sull’Enterprise.