Mercoledì 6 Marzo, dalla Spagna, Nestter Donuts, Flamenca Trash One Man Band

Mercoledì 6 Marzo alle 22:00

Il Barroccio ospita, dalla Spagna,

Nestter Donuts con

Flamenca Trash One Man Band

Grancassa, Chitarra, Voce

Lecce, V.le dell’Università

 

DESCRIZIONE:

One man band originario di Alicante, Spagna, NESTTER DONUTS è puro e selvaggio rock’n’roll. Il suo modo di stare sul palco è magnetico e folgorante: grancassa e hi-hat, chitarra e voce, per un punk vecchio stile

Description:

One Man Band from Alicante, Spain, NESTTER DONUTS is pure and wild rock’n’roll. His way of being on stage is magnetic and dazzling: bass drum and hi-hat,guitar and vocals, for an amazing old-fashioned punk!

Lunedì 25 febbraio, dalla Lituania, Daumantas lukosiunas, ambient – love – tribal – trance

Lunedì 25 febbraio alle 22:00

il Barroccio internazionale ospita, dalla Lituania,

Deumantas Lukosiunas  con

INNER VIBES

ambient – love – tribal – trance

Batteria, chitarra, didgeridoo , voce, loop station

Lecce, V.le dell’Università

 

DESCRIZIONE:

Siamo tutti figli di Dio, solo alcuni di noi sono più aperti
mentre altri sono più indulgenti nei giochi terrestri che hanno dimenticato la loro natura, da dove veniamo e chi siamo veramente. Con la musica che creo e mi esibisco, mi sforzo di trasmettere il linguaggio dell’assoluto usando gli “strumenti magici” – strumenti musicali. Io gioco
strumenti di diverse epoche e culture, come didgeridoo, chitarra, djembe, tamburo sciamanico, campanelli indiani, ciotole tibetane, batteria moderna e voce. Combino tutto usando tecnologie moderne come “loop station”. Ogni spettacolo è
unico e inimitabile – è la trasmissione delle emozioni causate dalla mia pace interiore, dall’atteggiamento, dall’intero ambiente, dall’attenzione degli ascoltatori, dall’apertura e dalla sincerità. Ognuno è un esecutore e io stesso sono solo un ritrasmettitore al suono, alla lingua di Dio
che tutti sanno come musica.

DESCRIPTION
I realize that we are all children of God just some of us are more opened up to him while others are more indulged in earthly games having forgotten their nature- where we come from and who we truly are. By the music I create and perform I endeavor to transmit the language of absolute using the “magic tools”- musical instruments. I play instruments of different periods and cultures, such as didgeridoo, guitar, djembe, shamanic drum, Indian chimes, Tibetan bowls, modern drum set, and voice. I combine everything using modern technologies such as “loop station”. Each and every performance is unique and inimitable – it is the broadcasting of the emotions caused by my inner peace, attitude, the whole environment, listeners’ attention, openness, and sincerity. Everyone is a performer and I myself am just a retransmitter to the sound, to God’s language that everyone knows as music.